ORTODONZIA FISSA

Noi crediamo che non è mai troppo tardi per avere un bel sorriso e non sottovalutiamo l’importanza che una dentatura perfetta, esteticamente e funzionalmente, possa avere sulla propria autostima e fiducia in se stessi.

Cos’è l’ortodonzia?

L’ortodonzia si occupa di prevenzione, diagnosi e trattamento delle malocclusioni,  che possono manifestarsi come anomalie di posizione e di sviluppo di denti, mandibola e mascellare superiore. L’ortodonzia non ha solo un compito estetico, ma anzitutto funzionale.

Quali sono gli obiettivi del trattamento ortodontico?

  1. efficiente funzione masticatoria
  2. corretto allineamento dei denti
  3. salute di denti e tessuti di sostegno
  4. stabilità nel tempo dei risultati ottenuti
  5. buona estetica del viso

Per trattare le malocclusioni possono essere utilizzati apparecchi rimovibili (es. placche, apparecchi funzionali e trazioni extra-orali) o apparecchi fissi costituiti da attacchi ortodontici (brackets) direttamente applicati sui denti.

Una terapia ortodontica può essere definita precoce (intercettiva) quando viene effettuata in dentatura decidua e mista e si mostra utile a risolvere disarmonie cranio-facciali transitorie, direttamente collegate ad anomalie della permuta (eruzione dentale) o ad abitudini comportamentali prolungate (abitudini viziate).

La terapia funzionale viene utilizzata in fase attiva di crescita per controllare e favorire il fisiologico accrescimento delle arcate.

La terapia ortopedica viene effettuata in dentatura decidua e mista con apparecchiature specifiche, che lavorano direttamente sulle ossa.

Con una visita accurata (esame clinico, studio dei modelli in gesso, tracciato cefalometrico su teleradiografie del cranio in proiezione latero-laterale e postero-anteriore), l’ortodontista sarà in grado di determinare eventuali problematiche ed indicarti il trattamento più idoneo al tuo caso.

Ortodonzia in età evolutiva

Molte malocclusioni sono dovute ad un insufficiente sviluppo di una od entrambe le arcate determinandone un posizionamento errato ed uno spazio insufficiente alla corretta eruzione degli elementi dentali. Tali deficit di sviluppo possono essere influenzati da abitudini viziate (suzione del ciuccio o del dito prolungato, respirazione orale, deglutizione atipica, interposizione della lingua tra i denti ecc.) o da fattori genetici e familiarità. Nel piccolo paziente, fino al completamento dello sviluppo (6-16 anni) è possibile intervenire eliminando tali abitudini e guidando il corretto sviluppo con apparecchi ortodontici mobili o fissi. Raggiunto il corretto sviluppo delle arcate, si avranno pertanto gli spazi ed i rapporti adeguati ad un corretto posizionamento degli elementi dentali permanenti. Anche nel caso in cui il posizionamento dei denti definitivi non dovesse essere perfetto, l’ortodonzia fissa potrà essere considerata una fase di rifinitura molto più rapida, senza compromessi e soprattutto dai risultai migliori di quanto sarebbe possibile in un paziente adulto con deficit di spazio o erronei rapporti scheletrici.

Ortodonzia in età adulta

Nei pazienti adulti, l’ortodonzia dovrà occuparsi, non più del corretto sviluppo delle arcate, ormai ultimato, ma di gestire attentamente gli spazi a disposizione per permettere un corretto allineamento degli elementi dentali. Questo può essere ottenuto tramite apparecchi ortodontici fissi che tramite l’applicazione di forze di trazione, spinta e rotazione determinano lo spostamento degli elementi nella giusta posizione.

Ortodonzia Invisibile

Nel paziente adulto talvolta l’impossibilità di applicare un ortodonzia fissa, per motivi estetici, di relazione o lavorativi, può rappresentare un ostacolo. Talvolta il paziente può scegliere di continuare a convivere con un sorriso antiestetico o una malocclusione piuttosto che portare per uno o due anni l’apparecchio fisso. A tale scopo, molto recentemente è stata introdotta una metodica estremamente innovativa in grado di risolvere molti casi, anche piuttosto complessi tramite delle mascherine trasparenti (praticamente invisibili) che il paziente potrà portare durante tutto l’arco della giornata senza avvertire alcun tipo di disagio estetico. La metodica prevede la realizzazione di mascherine rigide trasparenti da sostituire con cadenza quindicinale o mensile sulla base di modelli computerizzati su cui viene simulato la spostamento progressivo degli elementi. Oltre l’indiscutibile vantaggio estetico di tale metodica, in assenza di un apparecchiatura fissa il paziente potrà continuare a mantenere senza alcun problema le proprie abitudini di igiene orale.

Contattaci